buy levitra
Lunedì, 24/04/2017
Home Page
Iscrivi la tua struttura

Contattaci
B&B Abruzzo
Il lago e la riserva di Campotosto

lago di campotosto

Il lago artificiale di Campotosto è il più vasto dell’Abruzzo e si trova ad un’altitudine di 1313 metri sul livello del mare, in un contesto ambientale tipicamente montano, circondato da foreste e cime innevate. Occupato un tempo da acquitrini, il bacino di Campotosto è stato trasformato in lago negli anni Trenta, per rifornire le centrali elettriche della Valle del Vomano. Esteso su di una superficie di 1.400 ettari, il lago oggi è compreso all’interno del Parco Nazionale Gran Sasso-Laga. Dalle sue sponde partono itinerari estremamente suggestivi per il Monte di Mezzo e le Cime della Laghetta. La ricca flora conferisce al paesaggio aspetti differenziati: salici e bistorta s'incontrano dove l'acqua ristagna, mentre nelle zone più fredde la faggeta ospita esemplari di tasso. L'ambiente è favorevole anche all'acero di monte e al ciliegio. La fauna è costituita da specie stanziali come la lepre, il fagiano, la starna e la volpe. L'ecosistema di questa riserva naturale, inoltre, è favorevole alla sosta di molti uccelli migratori, che arricchiscono ulteriormente l'avifauna che nidifica sulle rive del lago. Così, nei periodi adatti, è facile fare conoscenza con il germano reale, la folaga, la gallinella d'acqua e lo svasso maggiore. Al lago di Campotosto si arriva attraverso la statale 80, sia dall’interno, partendo dall’Aquila e attraversando il Passo delle Capannelle, sia dalla costa, risalendo il corso del Fiume Vomano. Una sosta per sfuggire alla calura estiva è il motivo più frequente per una visita alla zona, ma le attrattive sono molte. In primavera si assiste a un'imponente fioritura e al risveglio della natura e in autunno il paesaggio assume colorazioni sgargianti e seducenti. D’inverno, poi, la superficie a volte completamente ghiacciata del lago offre uno spettacolo maestoso e incantevole. Gli scenari che si incontrano muovendosi verso il Gran Sasso, il Terminillo e la Laga, inoltre, sono sempre fra i più suggestivi. Per l’escursionista, il lago è il punto di partenza per affascinanti itinerari sulle vicine montagne, mentre la stradina che circonda il lago è l'ideale per interessanti passeggiate a piedi o in bicicletta e offre, d’inverno, inconsueti percorsi di sci di fondo. Il ponte delle Stecche, situato a circa sette chilometri sul versante sud-est, è lungo 500 metri e attraversa il lago nel suo punto più stretto. Oltrepassato il ponte, percorrendo circa due chilometri e mezzo, si incontra il pittoresco paesino di Mascioni. Proseguendo ancora per altri 18 chilometri si raggiunge il comune più alto d'Italia, Campotosto, posto a 1.460 di altitudine. Campotosto è un ambito luogo di villeggiatura estiva ed invernale. Lungo il percorso che porta a Campotosto, e dal paese, si può ammirare un panorama davvero straordinario, con vista sul lago e sul Gran Sasso. Merita di essere ricordata anche la specialità culinaria di Campotosto, la mortadella, che qui è meglio conosciuta come "Coglioni di Mulo". La ricetta che è possibile assaporare in questa località viene tramandata oralmente, di generazione in generazione, dalle massaie del luogo.

Altri argomenti:
Il Monte Amiata: un paradiso per tutti i gusti
Natura e cultura alle pendici della montagna che domina sulla Maremma
La Majella: i “sentieri dello spirito”
Escursione all'eremo di San Bartolomeo, nella valle che ospitò Celestino V
Gli scenari delle Pale di San Martino
Attraverso la foresta e il parco naturale di Paneveggio
Nell'oasi del Nembia
Le Dolomiti di Brenta e l'altipiano della Paganella si specchiano nelle acque del lago di Molveno
Le Alpi incontrano l'Appennino
Dai borghi fortificati della Garfagnana alle pendici dell'Abetone
Da Borca al Passo del Turlo
Una storica mulattiera si snoda fra reperti storici e paesaggi mozzafiato
Realizzazione Siti Web Puglia, Realizzare siti web provincia lecce, realizzazione sito web salento